martedì 30 ottobre 2012

Questo è Halloween

Giunti alla vigilia della festa autunnale ormai entrata anche nella tradizione italiana, mi chiedo come nei vostri asili e scuole festeggerete Halloween.

Ogni anno la discussione è aperta: è una festa pagana, non ha senso festeggiare, ma... è pur sempre un evento che attrae i bambini. Giocare con le paure, travestirsi da ombre, radunarsi intorno a una zucca illuminata sono azioni che fanno divertire i più piccoli (ma anche i grandicelli).

Di solito al nido, si preparano i bimbi con le canzoncine delle streghe e si accende una zucca intagliata per festeggiare tutti insieme. Mi è capitato di proporre alcune attività: ragnatele disegnate con gessetti su sfondo nero, fantasmini fatti con l'impronta delle mani, zucche dipinte con il ripieno della zucca.


Cosa farete per festeggiare? Avete preparato dei lavoretti?

lunedì 22 ottobre 2012

L'orto di Tonino Guerra

Leggendo il brano L'Orto di Tonino Guerra in Polvere di Sole (Bompiani); ho pensato che sarebbe stato bello condividere con voi l'ultima riflessione.


Bisogna tornare ad amare la terra, avere il godimento che ci procura la fioritura e la comparsa dei frutti e di tutte le produzioni di alimenti. Conta di più mostrare ai bambini le piante di un orto che le pagine di un libro. Riempire di stupore la fantasia dei ragazzi con lo spuntare di una foglia d'insalata e il lento appassire di un colore sul pomodoro.


Mi ha ricordato tanto Don Milani e ho pensato tristemente ai nostri bambini cittadini. 
Anche io sono una bambina cittadina ormai cresciuta e solo ora mi sto riappropriando del verde e del marrone che sono solo della nostra terra.

mercoledì 17 ottobre 2012

Attività d'autunno: le foglie


Cosa c'è di più autunnale delle foglie secche? Sono facili da procurare: basta uscire in giardino e la raccolta può diventare un gioco divertente da fare tutti insieme. Producono scricchiolii, si possono schiacciare, sono ruvide: che bello tuffarsi in una vasca di foglie! E poi attaccarle sulla sagoma di una foglia in cartoncino per ricordarci del nostro autunno speciale.

martedì 9 ottobre 2012

Le melagrane: attività d'autunno


Mostrare ai bimbi le melagrane, tagliarle insieme, toglierne i semini e metterli su un tavolo su cui abbiamo preparato un cartoncino bianco. Si può annusare, assaggiare, schiacciare, lasciare una traccia...

CHE SCOPERTA!!!

sabato 6 ottobre 2012

Con le mani, con il corpo, con la mente

Volevo consigliarvi un libro, che per me è divenuta una sorta di Bibbia per l'asilo nido: Con le mani, con il corpo, con la mente. Cronache del fare nei servizi 0- 3 anni di Modena, a cura di Mila Bennati, Simona Cristoni e Francesca d'Alfonso e edito da Junior (prezzo 19,20 €).


E'un manualetto molto pratico che raccoglie vari tipi di attività, non tanto per "copiare" ma su riflettere su metodologie, programmazioni, materiali. Ogni attività ha infatti una scheda in cui la si descrive brevemente, si esplicitano finalità educative e ruolo dell'educatore e infine si specifica cosa occorre predisporre per la realizzazione, modalità e tempi. Una buona base da cui partire anche per chi non ha mai scritto una programmazione educativa.

Può sembrare un surplus pianificare così nel dettaglio, ma in realtà non lo è. 

Avete mai pensato a come presentate le attività ai vostri bambini? Ecco, riuscire a farlo in maniera efficace, incuriosendoli al punto giusto, senza spaventarli, rappresenta già il raggiungimento di un obiettivo: avvicinare il bimbo a qualcosa di nuovo, invogliarlo all'esplorazione.

Avere modalità comuni di gestire i diversi momenti al nido è una garanzia, sia per i bambini sia per il gruppo educatori: la continuità è sempre un'arma vincente.

I capitoli sono suddivisi per aree di esperienza (grafico pittorica, motricità, musica, lettura...). Insomma un libro utile per chi ricerca modalità di programmazione più efficaci.

mercoledì 3 ottobre 2012

Attività d'autunno al nido

L'autunno è forse la stagione che preferisco per progettare attività, perchè offre davvero numerosissimi spunti e tutti ricollegabili all'amore per la terra. E' una stagione di riposo, di preparazione per l'inverno, è una stagione di tranquillità.

In autunno cadono le foglie e perchè non armarsi di cestini e uscire in giardino a raccoglierle? Si possono poi fare collages con il materiale messo insieme oppure ricalcarne forme e venature o ancora, usarle come stampino con la tempera. Si può anche creare una sorta di percorso sensoriale: una stradina di legnetti, che poi si trasforma in un letto di foglie e infine in grossi e freschi sassi: camminarci a piedi scalzi sarà una scoperta!


In autunno si vendemmia e se le educatrici allestiscono uno "spazio- vigna" con l'uva appesa, si può giocare alla raccolta. Mettendo l'uva in un catino la si può schiacciare con i piedi come si faceva una volta. Anche prendendo ad esempio il grappolo d'uva, si possono pensare tante attività grafico pittoriche, come ad esempio quella di usare tappini intrisi di tempera.

L'autunno è la stagione dei funghi e delle castagne. Ci si può mettere d'accordo con i genitori e consigliare loro di fare un giro nel bosco con i loro bimbi nel fine settimana; il lunedì mattina i bambini porteranno al nido i loro tesori: un riccio di castagna, un funghetto, del muschio... 


Si possono far assaggiare le castagne ai bambini, giocare con i gusci vuoti e toccare con delicatezza gli aculei del riccio. I funghi hanno una forma abbastanza semplice e possono essere un bello spunto per attività di collage con stoffe di diversa consistenza.

Con i reperti autunnali (foglie, legnetti, terra, muschio...) si può anche creare un librone da sfogliare, toccare e annusare durante l'anno.

L'autunno è una stagione che riavvicina ai frutti della nostra terra: è nostro dovere trasmetterlo ai bambini.